Animali in ufficio: un beneficio non solo per i collaboratori ma anche per l’azienda

Il vantaggio di avere animali in ufficio

Un recente studio afferma che avere animali in ufficio è un enorme vantaggio sia per l’azienda stessa che per i propri collaboratori. Un articolo intitolato “Animali: più produttività e fiducia tra colleghi con il cane in ufficio” di Filomena Fotia pubblicato su http://www.meteoweb.eu afferma proprio questo:

“Allen McConnell, professore di psicologia alla Miami University in Ohio, teorizza che i benefici di avere un animale sul luogo di lavoro siano la logica estensione di altre ricerche che mostrano come i proprietari di animali siano più felici, più sani, abbiano maggiore autostima e soffrano meno di depressione di chi, di animali, non ne ha. Il recente studio condotto su oltre 200 persone da un team di psicologi delle Università di Miami e Saint Louis, confermano infatti che chi possedeva un animale domestico godeva di una maggiore serenità interiore, migliore autostima e anche forma fisica. La ricerca è stata pubblicata sul Journal of personality and social psychology e ha fatto il giro del mondo.

La riduzione dello stress come effetto della presenza del proprio cane sul posto di lavoro è stata testimoniata da un recente studio del Professor Randolph Barker della Virginia Commonwealth University. Barker ha studiato i dipendenti di un’azienda nella Carolina del Nord, scoprendo che per la maggior parte di essi i livelli di stress nel corso della giornata salgono anche del 70%. I livelli di stress dei dipendenti che portano i loro cani al lavoro si riducono però anche dell’11%. La presenza dei pet è capace di ridurre i livelli di stress dei proprietari nel corso della giornata ma anche di rendere più piacevole il lavoro per i loro colleghi.

Secondo Barker, il team di ricerca ha osservato comportamenti legati alla presenza dei cani nel posto di lavoro che possono contribuire a migliorare i livelli di performance e soddisfazione. La presenza dei pet in ufficio è un’opzione a basso costo e facilmente ottenibile da molte realtà lavorative per garantire il benessere dei dipendenti. Barker sottolinea l’importanza della presenza di policy che assicurino esclusivamente la presenza di pet amichevoli, puliti ed educati.

Ian Cook, psichiatra e direttore Depression Research Clinic a UCLA, sostiene che gli studi realizzati nell’istituto abbiano mostrato numerosi benefici derivati dalla presenza degli animali.

Cooks afferma che possedere animali porta a far nascere un rapporto di amore, incoraggia a prendersi responsabilità, promuove l’attività fisica, aiuta a creare una routine, garantisce compagnia, promuove le interazioni sociali, migliora la salute e la costituzione fisica, con vantaggi per il benessere mentale. Questi benefici sono estendibili a tutti, e se pensiamo di poter contare sulla compagnia di un pet nel luogo in cui si trascorre gran parte del giorno, come l’ufficio, l’equazione è ben presto fatta.

Infine, a giugno 2015 negli Stati Uniti, una ricerca (Penn Schoen Berland. 2015 Purina Pet at Work Survey) condotta da Purina, azienda di riferimento nel settore PetCare del Gruppo Nestlé, in collaborazione con il Mississippi State University College of Veterinary Medicine su un campione di 750 intervistati ha evidenziato come la presenza dei pet sul posto di lavoro portino minor stress, maggior produttività, soddisfazione professionale e spirito di collaborazione, in sintesi, un aumento del benessere sul luogo di lavoro. In particolare, dallo studio emerge che i dipendenti che lavorano in contesti pet-friendly hanno quasi il doppio delle probabilità di essere molto soddisfatti del loro lavoro rispetto a chi lavora in aziende che non ammettono animali domestici. Inoltre il 72% dei dipendenti è impiegato in strutture che non prevedono la presenza dei pet e circa due su tre credono che, con il generale consenso dei colleghi, i pet debbano essere ammessi in ufficio. Nel dettaglio poi la ricerca rivela che più della metà di coloro che desidererebbero lavorare accanto al proprio animale è disposto a compiere sforzi per rendere il proprio luogo di lavoro a misura di pet e l’85% del personale di aziende pet-friendly concorda sui benefici delle policy aziendali sul tema.”

Per approfondire http://www.meteoweb.eu/2016/02/animali-piu-produttivita-e-fiducia-tra-colleghi-con-il-cane-in-ufficio/641070/#VkxqcTXgI4m41CSx.99

Sono ormai diversi anni che i miei amici pelosi mi accompagnano in ufficio mi ritengo tanto fortunata; confermo che sono una fonte di benessere, promotori di interazioni sociali, ti obbligano a muoverti, camminare, correre, giocare, ridere, stare a dieta in quanto mangiano tutto loro… cosa vogliamo di più dalla vita??

P.S. Sono cosciente che se lavorassi in un’azienda di 100 persone e tutti desiderassero portare il loro “amato” in ufficio, … forse, qualche problema sussisterebbe…

Articolo rivisitato da Yvonne Cedraschi